Una passeggiata tra i marmi dell'Eur, quartiere spesso sottovalutato dal punto di vista artistico, ma che offre architetture spettacolari e atmosfere metafisiche! Per partecipare alla visita è necessario presentarsi muniti di mascherina. Il tour sarà effettuato con l'utilizzo di auricolari per mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro.

Non abbiamo in calendario una visita per questo sito Contattaci per concordare una visita privata

VISITA GUIDATA: 10€ + 2€ per gli auricolari

DURATA VISITA: 1h30

INFO: 334 7401467

N.B. Il numero massimo di partecipanti è di 12 persone. Per partecipare alla visita è necessario presentarsi muniti di mascherina. Il tour sarà effettuato con l'utilizzo di auricolari per mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro tra i partecipanti, secondo le norme vigenti. Si avvisano i partecipanti che, per motivi di sicurezza, nominativi e recapiti saranno trattenuti dall'Associazione per il mese successivo allo svolgersi dell'attività. 

Il quartiere dellEur nasce seguendo una grande visione: quella di un distretto di Roma collocato lungo la via che collegava lUrbe ad Ostia, secondo il progetto mussoliniano di espansione coloniale e imperialista, che necessitava di potenziare la direttrice verso il mare. 

Nel 1942 Mussolini stesso esclamava, pieno di boria e grandi progetti:

la terza Roma si dilaterà sopra altri colli lungo le rive del fiume sacro sino alle spiagge del Tirreno.

Così, nel giro di pochissimo tempo si procede a spianare e costruire, perché il nuovo quartiere doveva apparire modernissimo e innovativo, un vero esempio del Fascismo architettonico. Alcuni degli edifici progettati in quegli anni sono effettivamente un grande esempio di architettura razionalista, progetti firmati da importanti architetti dellepoca, come Adalberto Libera o il duo Guerrini/Lapadula, artefice del palazzo della Civiltà Italiana. Non solo: molti di questi edifici vengono decorati da artisti eccezionali, come Achille Funi, Gino Severini.

Nel giro di pochi anni, però, larrogante progetto di E42 è destinato a fallire, vista lentrata dellItalia nella seconda guerra mondiale. La storia costruttiva riprenderà nel dopoguerra, tra il 50 e il 60, con il tentativo di trasformare lEUR in un moderno centro residenziale e funzionale immerso nel verde: tentativo che porterà il quartiere a trasformarsi nella citydi Roma, con i suoi palazzi e i grattacieli occupati da uffici e ministeri. 

La visita si concentrerà sulla prima parte della storia, sulle visioni mussoliniane degli anni 40 e sulle straordinarie realizzazioni architettoniche razionaliste: passeggiando a naso in su per le strade dellEur, riusciremo ad apprezzarne le forme ancora moderne e stravaganti e la coerenza decorativa. 

Appuntamento: davanti al palazzo della Civiltà italiana, quadrato della Concordia 3

Per questa visita il luogo dell'appuntamento è raggiungibile alle coordinate GPS presenti nel link in basso; è consigliabile presentarsi 15 minuti prima dell'inizio della visita per espletare tutte le formalità del caso

Naviga verso il louogo dell'appuntamento