Dopo vent’anni finalmente è nuovamente aperta al pubblico l’area archeologica dei Fori Imperiali, il complesso di piazze che costituivano il centro della vita cittadina, edificate a partire dall’età cesariana e completate da Traiano. Per prenotare questa visita, contattare il 3205560439

Non abbiamo in calendario una visita per questo sito Contattaci per concordare un'apertura speciale!

Per prenotare questa visita, contattare il 3205560439

I possessori della MIC CARD, residenti a Roma, non pagheranno il biglietto di ingresso al sito (4), come previsto per i siti comunali

 

Dopo tanti anni di chiusura al pubblico, avremo finalmente modo di scendere all’interno di una delle più vaste aree archeologiche della città, oggi tagliata in due da via dei Fori Imperiali: un percorso su passerelle ci guiderà dal Foro di Traiano - l’ultimo dei cinque fori costruiti in questa zona, voluto dall’Imperatore Traiano e inaugurato nel 112 d.C. - al Foro di Nerva, voluto dall’imperatore Domiziano, ma inaugurato dall’imperatore Nerva nel 97 d.C.
Partendo dalla Colonna Traiana, scenderemo nel Foro di Traiano e ne percorreremo un tratto, ammirando i resti dell’antica piazza imperiale, le imponenti colonne della Basilica Ulpia e le impronte delle lastre di marmo che costituivano il pavimento originale della piazza. Passeggiando nel foro, attraverseremo anche ciò che rimane del Quartiere Alessandrino, un quartiere sviluppatosi alla metà del ‘500 per volontà del Cardinale Michele Bonelli, al di sopra dei resti archeologici degli antichi Fori Imperiali e distrutto per la realizzazione di via dell’Impero negli anni ’30: di questo quartiere rinascimentale, di cui oggi rimane poco, vedremo i resti di un’officina di un vasaio del ‘500 e i resti di alcune delle abitazioni.
Passeggiando al livello delle cantine del Quartiere Alessandrino, ci addentreremo poi nei sotterranei di via dei Fori Imperiali: passando attraverso alcune di queste cantine del quartiere che si trovano ancora sotto la strada, sbucheremo nel Foro di Cesare, il primo dei 5 fori, voluto da Cesare e costruito tra il 54 e il 46 a.C. Qui, godendo di un punto di vista eccezionale, cammineremo accanto al grande basamento del tempio di Venere, percependo così tutta la sua grandezza, e potremo vedere da vicino le botteghe e le tabernae che circondavano anticamente la piazza.
Il percorso termina presso il Foro di Nerva dove, risalendo a livello della strada, concluderemo il nostro giro con una vista panoramica su tutta l’area archeologica.

 

Appuntamento: Piazza S. Maria di Loreto, adiacente colonna di Traiano (gabbiotto pulizia municipale)

Per questa visita il luogo dell'appuntamento è raggiungibile alle coordinate GPS presenti nel link in basso; è consigliabile presentarsi 15 minuti prima dell'inizio della visita per espletare tutte le formalità del caso

Naviga verso il louogo dell'appuntamento